.
Annunci online

  brunopellegrini [ Il primo blog italiano dedicato agli User Generated Content ]
         

Sto leggendo
Oltre il senso del luogo
Joshua Meyrowitz






Ho appena finito
Crashing the Gate: Netroots, Grassroots, and the Rise of People-Powered PoliticsCrashing the Gate
Jerome Armstrong
M. Moulitsas Zuniga




Basta che ci sia posto
Basta che ci sia posto
Valentina Demelas




Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
Mark Haddon






La fine è il mio inizio
Tiziano Terzani





Delitto e Castigo
Fedor M. Dostoevskij

 

 

Mass Media e discussione pubblica
Ronaldo Marini




I fratelli Karamazov
Fedor M. Dostoevskij




Performing Media 1.1
Carlo Infante




L'Italia vista dalla CIA
Mastrolilli - Molinari




Perché siamo antipatici
Luca Ricolfi

 


Il Tonto
Aldo Ricci








Blog : Understanding the Information Reformation That's Changing Your WorldBlog
Hugh Hewitt

Utile



Free Culture
Lawrence Lessig


 

L'uomo a una dimensione
Herbert Marcuse




The Power Of Many: How The Living Web Is Transforming Politics, Business, And Everyday LifeThe Power of Many
Christian Crumlish

 


Se Questo è un uomo
Primo Levi

Mai dimenticare
 

Moltitudine
di Toni Negri, Michael Hardt

La base teorica
 
We the Media
Dan Gillmore





Fuori Controllo
Giuliano da Empoli







La fine della meraviglia
S. Gnasso, G. Parenti

 


Blog Generation
Giuseppe Granieri

 







Vite di Scarto
Zygmunt Bauman





PostDemocrazia
Colin Crouch





Filantropi di Ventura
AA.VV.




The Corporation
Joel Baker




Scacco al Potere
Amy Goodman




Per non morire di televisione
Magnus Eszenberger




Presidente Bush
Noam Chomsky





Lo stato seduttore
Regis Debray





Un altro giro di giostra
Tiziano Terzani





Fascismo e Antifascismo
Sergio Luzzatto







Gli effetti sociali dei media
Mauro Wolf




Storia e Critica dell'opinione pubblica
Jurgen Habermas




L'intelligenza Collettiva
Pierre Levy




Quel che resta dei media
G. Bettetini - A. Fumagalli




copertinaSituazionismo
Pasquale Stanziale




Un mondo a rischio
Ulrich Beck





L'economia della truffa
John Kenneth Galbraith




Democrazia e Istruzione
Noam Chomsky





Conoscenza e libertà
Noam Chomsky




Democrazia tradita
Gore Vidal






Niente è sacro, tutto si può dire
di Raoul Vaneigem




Guida all'impero per gente comune
Arundhati Roi




Impero
Antonio Negri





La versione di Barney
Mordecai Richler




La fabbrica del consenso
Noam Chomsky




La società dello spettacolo
Guy Debord




Scritti corsari
PierPaolo Pasolini





Sulla televisione
di Pierre Bourdieu





Feed XML offerto da BlogItalia.it

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


7 ottobre 2006

CURRENT.TV si allea con SKY e lancia il suo canale user generated in UK

Non sono rimasto sorpreso dalla notizia di ieri che Current.TV, il primo (quasi) canale televisivo (quasi interamente) user generated al mondo, abbia deciso di sbarcare in Europa prendendo la strada dell'Inghilterra. Quando li avevamo incontrati nella loro sede di San Francisco, a Febbraio di quest'anno, ci avevano raccontato che stavano definendo i loro piani per l'Europa. Considerando poi la strategia di sviluppo e il modello di business della tv fondata da Al Gore e Joel Hyatt, questa mossa era naturale e prevedibile, insomma era nell'aria. A ben guardare poi la scelta di Current non mi sembra neanche tanto coraggiosa, lascia infatti fuori l'europa contintentale, ma è tipico delle imprese nord americane utilizzare la porta d'ingresso dell'Inghilterra, facilitati dalla lingua che consente una rapidissima declinazione del contenuto esistente.

Current.tv ha iniziato a trasmettere nell'Agosto del 2005 e da allora ha raggiunto, attraverso accordi con gli operatori Cable statunitensi come Comcast, circa 30 milioni di famiglie. Recentemente ha concluso anche un accordo con Yahoo per la distribuzione sul portale video di quest'ultimo di 4 nuovi canali Current.tv broadcast. Con questo accordo potrà aggiungere alla sua audience gli 8,2 milioni di famiglie inglesi (circa 22 milioni di individui) che ricevono attualmente BSkyB.

Il contenuto del nuovo canale sarà composto principalmente, sostiene Hyatt (CEO di Current.tv), da contenuti generati dagli utenti inglesi con l'aggiunta del meglio proveniente dagli Stati Uniti. Da notare, a questo proposito, che Current.tv non trasmette più del 30% di contenuti user generated e che ancora il 70% circa della programmazione è di produzione interna. Il formato caratteristico dei programmi di Current UK sarà, come in US, la loro durata, in media di 7 minuti, mai oltre i 15 minuti. Ricordiamo anche che Current è stata la prima società a pagare gli user generated content con fee che variano dai 100 ai 10.000 dollari per clip e che il suo modello è basato sia sugli accordi con le piattaforme di distribuzione (come ComCast e come appunto BSkyB che pagano una fee mensile, fissa e variabile, alla venture di San Francisco) che all'advertising anche questo spesso realizzato dagli utenti.


Le dichiarazioni dei due protagonisti del deal non hanno fatto mancare elogi alla carattere democratico e alla potenzialità del fenomeno degli User Generated Content.

James Murdoch, figlio di Rupert e CEO di BSkyB:
"Siamo felici di aiutare a dare una voce ai millioni di giovani in Inghilterra e Irlanda."
"Quello che abbiamo sotto gli occhi qui è un esempio di sano giornalismo che trova nuove strade per arrivare alla luce e per consegnarci molto più pluralismo di opinioni e punti di vista"
"C'è sempre un audience per le cose ben fatte e questo dimostra che non esiste un monopolio di come le storie devono essere raccontate"
"Abbiamo imparato a conoscere gli User Generated Content da quando abbiamo chiesto al nostro pubblico, in occasione dell'attentato alla Tube di Londra e dello Tsumani, di mandarci il loro materiale video."
"Il lavoro classico della produzione televisiva verrà rivoluzionato: i produttori dovranno mettersi in ascolto e coinvolgere le loro videocommunities per realizzare un prodotto collettivo"

Al Gore, l'ex vice-presidente degli Stati Uniti:
"E' un ulteriore passo in avanti per Curren.tv la cui missione è di sostenere una conversazione globale tra i giovani adulti di tutto il mondo"
"Abbiamo creato Current per combinare l'entusiasmo e unicità del web con la capacità della televisone di raggiungere milioni di persone allo stesso tempo".




permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 14:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 ottobre 2006

Google in procinto di acquistare YouTube

google youtube1,6 millioni di dollari sarebbe il prezzo dell'operazione che vede Google in procinto di acquistare la prima videocommunity al mondo, YouTube, nata ufficialmente meno di 1 anno fa (20 mesi dall'inizio non ufficiale).

La notizia è apparsa prima sul Wall Street Journal quindi sul blog TechnCrunch e quindi sul NY Times ed è adesso battuta su tutti i siti di informazione on line.

Gli ultimi dati sui video on line, che qui anche avevamo commentato, avevano confermato la significativa distanza di Google Video dal podio delle videocommunity (30,5 milioni i visitatori unici mensili di YouTube contro 9,3 per Google secondo Nielsen/NetRatings - il 43% dei video in rete contro il 6% di GoogleVideo). Ultimamente inoltre sembrava che il colosso statunitense volesse modificare la mission del suo servizio di ricerca video allargandolo a tutti i siti esterni. La strategia da seguire invece per rilanciare il servizio di hosting video è ormai chiara: buy. E con circa 10 miliardi di cash cui sembra disporre Google, nessun boccone è troppo grosso, almeno per ora e non si vogliono correre rischi...

YouTube invece sembra fosse sul procinto di essere schiacciato dai costi di banda sempre maggiori (crescenti con la sua popolarità e la popolarità in generale dello user generated content) e l'incapacità di scalare la sua raccolta pubblicitaria. La sua brand identity era altissima e così la sua capacità di creare community (cosa che Google ancora non ha dimostrato di saper fare bene) ma, evidentemente, era meglio iniziare a guardarsi intorno...

I primi commenti degli analisti sono divisi tra chi elogia la mossa di Google (che potrebbe così ulteriormente sviluppare la sua raccolta pubblicitaria con nuove soluzioni per i video e diventare leader anche nelle communities) e chi pensa che YouTube sia una bomba ad orologeria pronta a scoppiare in faccia a chi l'acquisterà (soprattutto se dispone di tanti soldi) in virtù delle sue liabilities legate al copyright dei video pubblicati che ne potrebbero fare un'altra Napster. Una qualsiasi major (come la minacciosa Universal) potrebbe adesso voler far causa Google-YouTube per danni da utilizzo improprio di materiale coperto da copytight, e sperare di vincere tantissimi soldi (che non avrebbe visto se avesse citato i ragazzi di YouTube).

In tutto questo,  le azioni di Google sono cresciute venerdì (quando i rumours già circolavano) del 2,1% nonostante il prezzo di 1,6 miliardi di dollari sia da molti reputato troppo alto (alcuni analisti hanno elaborato stime sul fatturato - 2/300 milioni di dollari attesi nel 2007 -  e sui multipli corrispondenti) per una società con pochi mesi di vita e finanziata da Sequoia Venture Capital con "appena" 11,5 milioni di dollari.

Chi invece ha sicuramente fatto un ottimo affare è Ruperto Murdoch che solo 10 mesi fa ha acquistato MySpace per "appena" 580 milioni di dollari. Tanto che uno dei fondatori di MySpace, Brad Greenspan ha proprio nei giorni scorsi lanciato velate accuse di frode puntando il dito verso l'ex CEO di Intermix, la società che deteneva MySpace, reo di aver voluto incassare presto le sue stock option...




permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



7 ottobre 2006

Blog e altro...

Tributo al mio amico Marco Montemagno, uno dei maggiori esperti della blogosfera in Italia che meritatamente ha riscosso un grande successo giovedì scorso allo SMAU di Milano. Ripubblico la sua introduzione al convegno Blog e Aziende e invito tutti a visitare il suo blog dove potete trovare tanti link importanti e farvi un viaggio molto utile seguendo i link che vi sono riportati..








permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 0:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



6 ottobre 2006

Current.tv sbarca in UK

Domani recupero con la rassegna stampa ma non potevo aspettare di rilanciarvi questa notizia flash:

Current.tv ha siglato ieri un accordo con Murdoch (James), figlio di Rupert e CEO dell'emittente satellitare BSkyB per lanciare la versione inglese del primo canale al mondo User Generated.
Un'audience di circa 8 milioni di famiglie inglesi si aggiunge all'attuale composta da 30 milioni di famiglie americane.

Per le dichiarazioni di James Murdoch e Al Gore, vi segnalo quest'articolo:
http://news.scotsman.com/latest.cfm?id=1480012006




permalink | inviato da il 6/10/2006 alle 14:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



3 ottobre 2006

Rassegna Stampa User Generated Content - 3 Ottobre 2006

MERCATO
Le ragioni del successo - "E' il narcisismo e l'esibizionismo delle persone", "Sta togliendo il potere dai vecchi gatekeepers, intermediatori", "I video continuano a vivere anche dopo essere stati pubblicati contrariamente a quanto avviene in tv"...
http://www.gotriad.com/apps/pbcs.dll/article?AID=/20061003/NEWSREC0104/61002006/-1/gtcom0200

La TV è in pericolo? Ne hanno parlato allo Wired Next Fest alcuni dei top executives di network come NBC, MTV, CBS, Discovery assieme al responsabile di Google Video. Nessuno di loro crede che la televisione verrà soppiantata dai web video ma tutti sembrano convergere sul fatto che i social network possano aiutare a promuovere gli show televisivi. Mio nonno avrebbe commentato che "tranquillo" stava al cimitero...
http://biz.gamedaily.com/industry/feature/?id=13982


IMPRESE
Nokia si getta nella mischia del web 2.0, ovviamente mobile. Ma il Vice President per la Corporate Strategy del gruppo finlandese ci tiene a sottolineare che non si tratta solamente di portare il social network sui telefonini, ma di arricchirlo con funzionalità quali il geo-localizzatore...
http://networks.silicon.com/mobile/0,39024665,39162912,00.htm

Il futuro di YouTube - il web si spacca in due tra chi prevede un roseo ma commerciale futuro per la videocommunity statunitense e chi crede che farà la fine di Napster. Come gli analisti della Forrester Research Josh Bernoff e Ted Schadler.
http://arstechnica.com/news.ars/post/20061003-7892.html


VLOGGER
Prodi Rap - Il video del giorno e della rete non poteva che essere questo. Anche la reuters ne parla, il dj rimane anonimo ma ha aperto la strada ad altri lavori di questo tipo.
http://today.reuters.co.uk/news/articlenews.aspx?type=oddlyEnoughNews&storyID=2006-10-03T124645Z_01_L03213550_RTRIDST_0_OUKOE-UK-ITALY-PRODI-RAP.XML




permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 23:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



3 ottobre 2006

A proposito di network

Oggi mi è stato offerto di creare un podcast o un videopodcast sullo User Generated Content, sto prendendo in considerazione l'idea. E sono grato dell'offerta.

Nel frattempo il gruppo di lavoro della TheBlogTV è al lavoro per rilasciare il sito web e riprendere, finalmente, le programmazioni e l'attività con tutte le novità che abbiamo sviluppato in questi mesi. Si respira un'aria buona, positiva. I ragazzi incominciano a rendersi conto di essere sull'onda.

Il network è in azione, parlo di quello personale e sempre più mi convinco che internet è la prima tecnologia che è riuscita ad estrarre sistematicamente valore dalle relazioni personali. In estrema analisi, il web è un motore a disposizione di tutti per fare lobbying...

A fine Novembre andrò a Londra per tenere una conferenza sullo User Generated Content e incontrerò miei vecchi amici del master e colleghi che lavorano in venture capital e fondi di investimento. A proposito di network...

Domani e dopodomani sarò a Milano per seguire le attività di comunicazione e sviluppo commerciale di TheBlogTV e cercare di trovare una location più grande per la vlogger europe conference di metà novembre.

Per un'amica: solo credendo fortemente nei propri sogni questi alla fine si realizzano. Fila che ti passa ;)







permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 23:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



3 ottobre 2006

Verità per Aldro



C'era una volta un ragazzo, si chiamava Federico Aldrovandi

(by Giugioni)




permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 23:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



3 ottobre 2006

Rassegna Stampa User Generated Content - 2 Ottobre 2006

MERCATO
Web 2.0, e allora? Tutto il mondo ne parla, le media company sono impazzite, ma da dove arriva il termine web 2.0 e come si è sviluppato?
http://publications.mediapost.com/index.cfm?fuseaction=Articles.showArticleHomePage&art_aid=48972

Il social network in Europa, tra bolle e realtà - DailyMotion è valutata tra i 15 e i 35 milioni di euro (il sito, una videocommunity tipo youtube, è uno dei primi 400 al mondo). In Germania ProSieben ha acquisito MyVideo; in Francia VPod ha destinato 5 milioni di euro a Innovaco mentre l'emittente televisiva TF1 ha lanciato Wat.tv (We Are Talented). Per molti è una nuova bolla, per altri è solida realtà...
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/hightech/200610articoli/11570girata.asp

Altro giro di mergere&acquisition in US - mente in europa si scaldano i motori, in US il mercato non sembra rallentare: Time Warner ha investito nella videocommunity Veoh (no limit di lunghezza per gli upload e download libero), Skype sta per lanciare il proprio servizio video chiamato ancora in codice "Venice Project", il fondo di riferimento di Howard Schultz (fondatore di Starbucks) ha investito 12 milioni di dollari in VideoEgg. Gli investimenti sono ancora di dimensioni ridotte e stanno a significare che siamo ancora in una fase valutativa del mercato...
http://www.businessweek.com/technology/content/oct2006/tc20061002_663643.htm?chan=technology_technology+index+page_more+of+today's+top+stories


IMPRESE
Wal Mart apre il proprio myspace - nel tentativo di attrarre un target giovane, il colosso della distribuzione statunitense lancia un social network site che non sembra però avere la vita facile...
http://www.market-day.net/article_29898/20061002/Wal-Mart-Copies-MySpace-to-Raise-Cool-Factor.php


VLOGGERS
Zarathustra Studios - una serie di video in animazione (sulla scia di machinima, animazioni stile videogame per capirci) caratterizza la produzione di questo lab. Si segnala qui l'ultimo video circa il galateo dei bagni maschili.
http://www.z-studios.com




permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 0:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



1 ottobre 2006

Rassegna Stampa User Generated Content - 1 Ottobre 2006


MERCATO
Il business del video on line è g-local! Sembra che ci siano grandi spazi per chi volesse localizzare YouTube in Italia, intendo per davvero non per finta... Un esempio di successo ci arriva infatti dalla Svezia dove Bubblare si è affermato come punto di riferimento per i video on line nel suo paese, generando un traffico di 30 volte quello di YouTube. "Ciò che piace e diverte un pubblico americano non funziona necessariamente per il pubblico scandinavo". Chi ci penserà per primo in Italia?
http://www.thelocal.se/article.php?ID=5075&date=20060930

Il futuro del social network è mobile - già lo avevamo scritto qualche giorno fa analizzando il servizio offerto da Momo, un white label simile a YouTube. A distanza di meno di una settimana abbiamo raccolto i dati di utilizzo di Kink Kommunity (che fa capo all'operatore cinese 3) e adesso l'interesse di O2 (un altro telecom mobile operator in UK) verso un'alleanza con Bebo, un'altra società americana simile a YouTube e MySpace ma leader in UK (g-local business?)
http://www.thebusinessonline.com/Stories.aspx?O2%20talks%20to%20Bebo%20to%20spread%20the%20word%20on%20social%20networking&StoryID=51499797-427B-49D4-BA2B-CFACDD16EE65&SectionID=F3B76EF0-7991-4389-B72E-D07EB5AA1CEE

IMPRESE
Current.TV è in utile - secondo le indiscrezioni di un analista della Kagan Research il network fondato da Joel Hyatt e Al Gore, che per secondi (ndr dopo la nostra BlogTV) ha prodotto il primo piccolo utile di circa  3 milioni di dollari con un fatturato di circa 47 milioni di dollari (di cui 10 milioni di dollari dall'advertising classico e il resto dagli accordi di distribuzione via cavo).
http://www.netribution.co.uk/2/content/view/956/182/

Ma quanto vale YouTube?  Dopo che il miliardario Mark Cuban ha dato dei coglioni ("morons" ai potenziali acquirenti dell'illegale YouTube, il web e la blogosfera si è spaccata in due tra chi giudica eccessive le valutazioni dei social network sites  come appunto YouTube (1,5 mld di dollari), FaceBook (1 mld di dollari), MySpace (dai 15 ai 120 mld di dollari). In particolare vi segnalo l'articolo di Brad Stone su MSNBC e di Donna Bogatin su ZDNet
http://msnbc.msn.com/id/15079910/site/newsweek/
http://blogs.zdnet.com/micro-markets/index.php?p=489

Chi si ricorda della Craiglist? Il community service inventato da Craig Newmark che è diventato in pochi mesi un must soprattutto per chi gravita nell'eastern area degli Stati Uniti, NY in testa. Con 13 milioni di visitatori unici e 5 miliardi di pagine viste al mese potrebbe valere molto di più di YouTube se solo il suo fondatore fosse interessato ai soldi...
http://abcnews.go.com/Technology/story?id=2508930&page=1&ad=homepage


VLOGGERS
Free Hugs Campaign - Il video della settimana è sicuramente questo, la campagna degli abbracci gratuiti. Ha ricevuto più di 1,3 milioni di spettatori in una settimana ed è un invito alla pace e all'amore che sta facendo il giro del mondo. Chissà che non venga ripreso anche da qualche vlogger italiano...
http://youtube.com/watch?v=vr3x_RRJdd4




permalink | inviato da il 1/10/2006 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre   <<  1 | 2  >>   dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



BlogTV
YouTube
Current.TV
MTV Flux
Google Video
Internet Archive
Free VideoBlog
Creative Commons
Yahoo Video
VloggerCon
RocketBoom
Adbusters
MyVideo (Germany)
Daily Motion
Blogosfere
FaceBook
IndyMedia
StupidVideos
GrindTV
JumpCut
BrightCove
Touchgraph
Uncut Video
VlogDir
Yahoo VB Group
SkypeCasts
Wat.Tv
ElHood
Participatory Culture Foundation
Eefoof
Criativity
Long Tail
FreeVideoCoding
Yahoo-Current
LiberoVideo
ArcoIrisTV
NGV - NewGlobalVision
MyTV
SoapBox
Revver
NowPublic
Bebo
DailyMotion
Wat.tv
Veoh
VideoEgg


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom