.
Annunci online

  brunopellegrini [ Il primo blog italiano dedicato agli User Generated Content ]
         

Sto leggendo
Oltre il senso del luogo
Joshua Meyrowitz






Ho appena finito
Crashing the Gate: Netroots, Grassroots, and the Rise of People-Powered PoliticsCrashing the Gate
Jerome Armstrong
M. Moulitsas Zuniga




Basta che ci sia posto
Basta che ci sia posto
Valentina Demelas




Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
Mark Haddon






La fine è il mio inizio
Tiziano Terzani





Delitto e Castigo
Fedor M. Dostoevskij

 

 

Mass Media e discussione pubblica
Ronaldo Marini




I fratelli Karamazov
Fedor M. Dostoevskij




Performing Media 1.1
Carlo Infante




L'Italia vista dalla CIA
Mastrolilli - Molinari




Perché siamo antipatici
Luca Ricolfi

 


Il Tonto
Aldo Ricci








Blog : Understanding the Information Reformation That's Changing Your WorldBlog
Hugh Hewitt

Utile



Free Culture
Lawrence Lessig


 

L'uomo a una dimensione
Herbert Marcuse




The Power Of Many: How The Living Web Is Transforming Politics, Business, And Everyday LifeThe Power of Many
Christian Crumlish

 


Se Questo è un uomo
Primo Levi

Mai dimenticare
 

Moltitudine
di Toni Negri, Michael Hardt

La base teorica
 
We the Media
Dan Gillmore





Fuori Controllo
Giuliano da Empoli







La fine della meraviglia
S. Gnasso, G. Parenti

 


Blog Generation
Giuseppe Granieri

 







Vite di Scarto
Zygmunt Bauman





PostDemocrazia
Colin Crouch





Filantropi di Ventura
AA.VV.




The Corporation
Joel Baker




Scacco al Potere
Amy Goodman




Per non morire di televisione
Magnus Eszenberger




Presidente Bush
Noam Chomsky





Lo stato seduttore
Regis Debray





Un altro giro di giostra
Tiziano Terzani





Fascismo e Antifascismo
Sergio Luzzatto







Gli effetti sociali dei media
Mauro Wolf




Storia e Critica dell'opinione pubblica
Jurgen Habermas




L'intelligenza Collettiva
Pierre Levy




Quel che resta dei media
G. Bettetini - A. Fumagalli




copertinaSituazionismo
Pasquale Stanziale




Un mondo a rischio
Ulrich Beck





L'economia della truffa
John Kenneth Galbraith




Democrazia e Istruzione
Noam Chomsky





Conoscenza e libertà
Noam Chomsky




Democrazia tradita
Gore Vidal






Niente è sacro, tutto si può dire
di Raoul Vaneigem




Guida all'impero per gente comune
Arundhati Roi




Impero
Antonio Negri





La versione di Barney
Mordecai Richler




La fabbrica del consenso
Noam Chomsky




La società dello spettacolo
Guy Debord




Scritti corsari
PierPaolo Pasolini





Sulla televisione
di Pierre Bourdieu





Feed XML offerto da BlogItalia.it

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


31 luglio 2005

Un'intervista nata in rete

Ripeto spesso che la BlogTV non deve essere considerata per ciò che produce, per i video generati dal pubblico, quanto per ciò che vi sta dietro ovvero per la rete umana di vloggers che giorno dopo giorno aumenta nel numero e nelle qualità dei legami. Una conferma arriva dal seguente articolo apparso a piena pagina sulla Cultura dell'Unione Sarda (100.000 ), un'intervista nata da uno scambio via mail con uno dei più attivi ed eclettivi vloggers della community Mario Pischedda. La BlogTV sopperisce alla carenza di risorse economiche valorizzando le relazioni umani tra chi ne fa parte.



Da l'Unione Sarda del 29 Luglio
Quella di Popper è rimasta una voce inascoltata: una patente per chi fa tv. Il medium più diffuso del pianeta continua a sfornare, in quantità industriale, gossip, soap opera, varietà, splatter, informazione spettacolo, matrici, parricidi, infanticidi, terrorismo, incidenti, insomma violenza continua e a tutte le ore. E con questo background nascono le nuove generazioni afasiche, disaffezionate al libro, alla scrittura, alla riflessione. Tutto è effimero. La tv deve gridare, amplificare, vociare. Viviamo con questo rumore continuo di fondo, tappeto audiovisivo permanente che accompagna i nostri pasti muti. Ma comunicazione e tecnologia cambiano talmente rapidamente che qualcosa di buono all’orizzonte ogni tanto compare. È il caso di Nessuno Tv (il canale satellitare Free Nessuno Tv: per chi possiede un decoder no-sky i parametri per la configurazione sono: Hot Bird 1 - Trasponder 16 - Symbolrate 27.500 - FEC 3/4 - Frequenza 11.534 Verticale). La programmazione è possibile seguirla su internet: www.nessuno. tv. Il canale è nato di recente in Italia con intenzioni diametralmente opposte alla tv verticale e unidirezionale, che esclude l’interattività dell’utente, costringendolo ad un uso passivo del mezzo. Internet, cellulari, videofonini hanno rivoluzionato le cose. Nell’attentato terroristico di Londra i cellulari e le videocamere amatoriali hanno anticipato i giornalisti con le loro immagini, cosa già successa in precedenza al G8 di Genova o alle Twin Towers a New York. La gente testimonia in rete quanto vede, così è nato e si sta diffondento il videoblog.

Questa scommessa è stata raccolta da Bruno Pellegrini, amministratore delegato di Nessuno Tv, che ha deciso di trasmettere i videoblog più interessanti a livello internazionale e nazionale. L’esperimento di BlogTv vede l’Italia come protagonista e apripista di un nuovo modo di fare comunicazione.

Quando è nata questa tv?
«L’idea di Nessuno è nata tre anni fa, ma le condizioni per l’apertura di un canale tutto nostro, dopo la deludente esperienza dell’anno scorso con Planet che ha interrotto anzitempo la nostra programmazione, si sono realizzate solamente all’inizio di quest’anno. Il progetto BlogTV è invece nato lo scorso anno dal confronto con molti bloggers de Il Cannocchiale e di altre piattaforme, e dallo studio di quello che stava già succedendo in America con il fenomeno del videoblogging ».

Che cosa vi aspettate?
«Che la nostra attività non solo si affermi ma funzioni da apripista per altre iniziative simili. L’ambizione è quella di aprire la porta a un movimento molto più grande della nostra piccola tv». Chi collabora con voi? Q «Tra i componenti della squadra interna, i collaboratori esterni e i vloggers della BlogTV, saremo ormai più di un centinaio e la cosa più sorprendente è che non si tratta solamente di giovani di sinistra: l’adesione a Nessuno è del tutto trasversale».

Quanto costa fare questa tv?
«Davvero poco, e sta qui il punto: adesso per fare la tv non serve essere ricchi immobiliaristi o avere appoggi politici. L’evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha avuto un doppio effetto: da una parte ha consentito una forte riduzione dei costi a beneficio degli operatori del settore ma, dall’altra, ha ridotto anche le barriere all’entrata e questa volta a tutto vantaggio dei nuovi. Da un certo punto di vista è molto divertente osservare come le regole del libero mercato si rivoltino contro chi quel mercato voleva dominare».

A quale pubblico puntate?
«Noi ci rivolgiamo, anzi cerchiamo di coinvolgere, chi ancora sente la responsabilità di cambiare le cose ed essere protagonista della sua storia. Si tratta di un atteggiamento, di una predisposizione verso il cambiamento che è più facile trovare tra i giovani e specialmente tra i giovani che si impegnano, si informano, si impicciano».

Che cosa vi ha spinto a questa nuova iniziativa?
«Il bisogno di movimento. Lo stato dei mezzi di comunicazione in Italia rasenta la farsa: da una parte abbiamo imparato che quello dei media è un sistema centrale all’interno della nostra società, dall’altra ci accorgiamo come esso sia talmente inadeguato rispetto alla complessità delle dinamiche sociali che rappresenta un ostacolo per lo sviluppo e non un motore per il miglioramento ».

Siete i primi al mondo o venite dopo Al Gore?
«Abbiamo lanciato la BlogTV un mese prima dell’annuncio di Al Gore e della sua CurrentTV. Detto questo credo che il gruppo di sviluppo di Current si sia messo al lavoro molto prima di noi, aiutati anche dal fatto che negli Stati Uniti il fenomeno del vlogging è molto più avanzato che in Italia. Ciononostante l’Italia è guardata con grande attenzione dal resto del mondo quando si tratta di innovazioni nel campo delle comunicazioni».

Come giudica l’altra televisione, quella istituzionale e quella di Mediaset?
«Quantomeno vecchia e inutile. Poi vorrei prendere a prestito un famoso scritto corsaro di Pasolini, anche perché è l’anno dell’anniversario della sua morte, quando in occasione delle stragi disse “io so... anche se non ho le prove”. Io so che la televisione italiana non è solo vecchia e inutile ma è anche totalmente sotto il controllo di chi governa il sistema e viene utilizzata esclusivamente per il mantenimento degli equilibri esistenti. Io so che esiste una regia che ha determinato l’impoverimento graduale della tv e che ne ha fatto il principale strumento per il controllo delle masse, asservendola al sostenimento di un unico modello di vita e stile di consumo e impedendole di mettersi al servizio della crescita sociale e culturale. Io lo so, ma non ho le prove».

Che cos’è la televisione per lei?
«La televisione è il mezzo di comunicazione più potente e pervasivo dei nostri giorni ed è centrale per il corretto funzionamento e sviluppo della nostra società. Se la televisione funziona bene la società funziona bene, e viceversa. Basta guardarsi intorno o guardare la tv per capire che le cose non stanno andando come dovrebbero».

Che cosa bolle in pentola per i prossimi mesi?
«Intanto nei prossimi giorni riceveremo la numerazione Sky: pur rimanendo un canale free to air Nessuno sarà più facile da sintonizzare. Poi, a settembre, inaugureremo il nostro localestudio aperto al pubblico e a fine settembre lanceremo il primo palinsesto di NessunoTV dove la BlogTV avrà un posto privilegiato e sarà ancora più visibile».

Quali personaggi collaborano con voi?
«Tra eventi speciali e programmi quotidiani sono tanti i personaggi che collaborano, a vario titolo, con noi. Da Giancarlo Santalmassi, che è stato il nostro primo conduttore, a Michele Santoro. Ma anche Serena Dandini, Fiorella Mannoia, Sabina Guzzanti, Jacopo Fo, Margherita Hack e altri nomi famosi della politica, della cultura e dello spettacolo».

 È difficile fare tv oggi?
«Quasi quanto fare politica, e poi non c’è tanta differenza...».

MARIO PISCHEDDA




permalink | inviato da il 31/7/2005 alle 20:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


sfoglia     giugno        agosto
 


Ultime cose
Il mio profilo



BlogTV
YouTube
Current.TV
MTV Flux
Google Video
Internet Archive
Free VideoBlog
Creative Commons
Yahoo Video
VloggerCon
RocketBoom
Adbusters
MyVideo (Germany)
Daily Motion
Blogosfere
FaceBook
IndyMedia
StupidVideos
GrindTV
JumpCut
BrightCove
Touchgraph
Uncut Video
VlogDir
Yahoo VB Group
SkypeCasts
Wat.Tv
ElHood
Participatory Culture Foundation
Eefoof
Criativity
Long Tail
FreeVideoCoding
Yahoo-Current
LiberoVideo
ArcoIrisTV
NGV - NewGlobalVision
MyTV
SoapBox
Revver
NowPublic
Bebo
DailyMotion
Wat.tv
Veoh
VideoEgg


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom