.
Annunci online

  brunopellegrini [ Il primo blog italiano dedicato agli User Generated Content ]
         

Sto leggendo
Oltre il senso del luogo
Joshua Meyrowitz






Ho appena finito
Crashing the Gate: Netroots, Grassroots, and the Rise of People-Powered PoliticsCrashing the Gate
Jerome Armstrong
M. Moulitsas Zuniga




Basta che ci sia posto
Basta che ci sia posto
Valentina Demelas




Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
Mark Haddon






La fine è il mio inizio
Tiziano Terzani





Delitto e Castigo
Fedor M. Dostoevskij

 

 

Mass Media e discussione pubblica
Ronaldo Marini




I fratelli Karamazov
Fedor M. Dostoevskij




Performing Media 1.1
Carlo Infante




L'Italia vista dalla CIA
Mastrolilli - Molinari




Perché siamo antipatici
Luca Ricolfi

 


Il Tonto
Aldo Ricci








Blog : Understanding the Information Reformation That's Changing Your WorldBlog
Hugh Hewitt

Utile



Free Culture
Lawrence Lessig


 

L'uomo a una dimensione
Herbert Marcuse




The Power Of Many: How The Living Web Is Transforming Politics, Business, And Everyday LifeThe Power of Many
Christian Crumlish

 


Se Questo è un uomo
Primo Levi

Mai dimenticare
 

Moltitudine
di Toni Negri, Michael Hardt

La base teorica
 
We the Media
Dan Gillmore





Fuori Controllo
Giuliano da Empoli







La fine della meraviglia
S. Gnasso, G. Parenti

 


Blog Generation
Giuseppe Granieri

 







Vite di Scarto
Zygmunt Bauman





PostDemocrazia
Colin Crouch





Filantropi di Ventura
AA.VV.




The Corporation
Joel Baker




Scacco al Potere
Amy Goodman




Per non morire di televisione
Magnus Eszenberger




Presidente Bush
Noam Chomsky





Lo stato seduttore
Regis Debray





Un altro giro di giostra
Tiziano Terzani





Fascismo e Antifascismo
Sergio Luzzatto







Gli effetti sociali dei media
Mauro Wolf




Storia e Critica dell'opinione pubblica
Jurgen Habermas




L'intelligenza Collettiva
Pierre Levy




Quel che resta dei media
G. Bettetini - A. Fumagalli




copertinaSituazionismo
Pasquale Stanziale




Un mondo a rischio
Ulrich Beck





L'economia della truffa
John Kenneth Galbraith




Democrazia e Istruzione
Noam Chomsky





Conoscenza e libertà
Noam Chomsky




Democrazia tradita
Gore Vidal






Niente è sacro, tutto si può dire
di Raoul Vaneigem




Guida all'impero per gente comune
Arundhati Roi




Impero
Antonio Negri





La versione di Barney
Mordecai Richler




La fabbrica del consenso
Noam Chomsky




La società dello spettacolo
Guy Debord




Scritti corsari
PierPaolo Pasolini





Sulla televisione
di Pierre Bourdieu





Feed XML offerto da BlogItalia.it

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


16 maggio 2006

Un canale senza censure....

Per caso mi capita in mano un articolo di MilleCanali su NessunoTV che stranamente non avevo ancora letto dal titolo un canale senza censure.... Credete ai segni? Io si e rileggendolo mi vien da ridere se penso a quanto sta succedendo in questi giorni...



Di Francesco Monteleone (Gennaio 2006)
Incitato dal Direttore Roffi a consegnare il resoconto su NessunoTV, ho passato un lungo pomeriggio di inattività davanti al computer. Tutto quello che avevo annotato sul “notes” durante la visita agli studi romani in Via Ostiense, era scritto con molta più chiarezza espositiva nel sito internet www.nessuno.tv.  O questa è la fine del giornalismo tradizionale, o per noi che scriviamo parole da stampare, si presenta la straordinaria opportunità di dedicare più spazio ai valori, invece che ai fatti. D’altronde per Bruno Pellegrini socio, fondatore e amministratore di NessunoTV, sono importanti i contenuti della televisione da lui fondata, non la novità editoriale. Pellegrini è giovane, avido di culture, abile in comunicazione, intraprendente. Insegna sociologia dei media presso l’Università di Architettura Valle Giulia di Roma. I meriti accademici gli vengono dal suo passato lavorativo, che non è facile canticchiare in poche righe: brand manager in Procter&Gamble, consulente in Bain&Co, nel 2000 timoniere e naufrago del reparto marketing e contenuti di Jumpy “per colpa di un sabotaggio”. In quegli anni è stato consigliere di amministrazione di We-Cube, la venture capital guidata da Domenico Siniscalco, di J-City una joint venture tra Fininvest e il gruppo Riffeser, di Veleno una società di produzione multimediale, figlia di una famiglia finanziaria Fininvest, Medusa, Mondadori e Mediaset. Bruno è stato anche amministratore delegato di “Talk Show”, ennesimo frutto della prosperità e delle proprietà di Maurizio Costanzo, con il quale ha collaborato fino al 2002. Infine si è dato la muta con “OffSide”, società con la quale ha fatto roba buona per cataloghi televisivi e cinematografici: per esempio “Altra Storia” – format in onda da 3 anni su La7 di Tronchetti - “Private” – il film del 2004 girato in Calabria, pluripremiato (Ha vinto Locarno ed è candidato all’Oscar). Ma, a noi interessa che nel 2003 l’Associazione politica “Ulisse” di Bruno Pellegrini, Franco De Benedetti (DS) e Luigi Zanda (Margherita) ha fondato “Nessuno”. Sinonimo pregiato per un canale televisivo aperto alle minoranze pensanti, che non consegna fotocopie di palinsesti a ‘Sorrisi e Canzoni’, che prova la ‘mescidazione’ fra sintassi auliche e culture popolari, che è uno specchio terso, senza graffi o sfocature dei dissensi giovanili. I primi programmi di Nessuno – ‘Insider’ e A ‘Schiena Dritta’ – sono andati in onda per tutto il 2004 sull’emittente Planet, sembrando una perfetta arma d’attacco per il canale di documentari. Planet, forse, si è sentita minacciata ed omaggiato quelle cinghie strette sull’attualità, scrollando le spalle e spegnendo i sorrisi agli autori. Allora, nel 2005 Nessuno si è rimodellata in NessunoTV ed ha aperto il suo canale televisivo satellitare, lanciando nel mese di marzo, il progetto BlogTV. Qui si ferma la concitata biografia del nostro ospite.

IL SEME DELLA TOLLERANZA - Riprendiamo con pacatezza i pensieri e cerchiamo di dare una concreta opportunità di analisi agli appunti. Ecco il ‘Big Bang’ di una coscienza democratica: - “Ho fatto NessunoTv perché non voglio fare più la fila davanti a censori e ignoranti”.. Bruno Pellegrini ama esprimere le proprie idee con um linguaggio di assoluta chiarezza. Libertà va cercando, autonomia di giudizio, rifiuto del principio di autorità e di ogni educazione coercitiva. Soprattutto, come levriero, corre via da chi insegue il peggior conformismo di idee e valori: - “Non è più il tempo di Telesogno, né di una rete di sinistra tradizionale. Insomma un’ alternativa di informazione e satira con Dandini, Roberto Pace ecc. Ci hanno già una volta stroncato l’iniziativa. I media sono in mano alle Lobby”. Come dire che la restrizione della proprietà dei media a un gruppo di élite distrugge lo spirito della società e conduce al suo impoverimento intellettuale. - “Io insegno a diventare media.Voglio dare responsabilità al pubblico, che deve diventare attivo e non passivo. La tecnologia permette nuovi convolgimenti. Voglio ridurre la distanza fra chi fà la televisione e chi la guarda. Per raccogliere consenso bisogna abbattere le barriere all’accesso”.. Dunque il teleutente è un portatore di handicap. Guardare la televisione è un’esperienza percettivamente ed emotivamente assai intensa, ma monca: Lo spettatore è in una condizione senza movimento. Si può far niente per curare questa menomanza? - “Siamo la prima Tv al mondo a immaganizzare e trasmettere un flusso di immagini che diventano energia motrice. Ognuno può diventare videoblogger e mandare in onda su NessunoTV i propri filmati, oppure interagire in diretta video con i format del canale, rilassato davanti al PC, senza subire censure ideologiche. Sfruttando la velocità di internet e l’abbondante lavorìo di handycam, videofonini , webcam, il nostro pubblico sarà una risorsa impiegata per produrre comunicazione”. Vuoi vedere che La BlogTV lanciata nella primavera del 2005 da NessunoTV trasformerà le televisioni di proprietà capitalistica in lavastoviglie di pranzi precotti? Pellegrini e i suoi compagni senza colbacco gestiscono una tv satellitare libera, in offerta gratuita per chiunque ha una parabola ed un decoder. Una banca solidale di filmati indipendenti, con sportelli gratuiti in ogni PC. Nel montaggio delle riprese non esistono stereotipi da rispettare. Solamente la durata che non deve superare i 5 minuti, per rendere facile la compressione del file. Chiunque realizza un video può pubblicarlo sul web e mandarlo in onda in televisione, firmando la liberatoria. NessunoTV è il seme della tolleranza, piantato nelle vaste lande dei latifondisti mediatici. Una novità possente nella storia delle idee e nella storia della Televisione.. - “Lo è. Io contesto da tempo chi non vuole aprirsi al nuovo. Tutti gli apparati mediatici che si irrigidiscono vanno messi in discussione. Apriremo la strada ad altre tv libere, un varco verso il riscatto. La nostra comunità di blogger, (attualmente sono 50 gli autori importanti) è fatto di alleati indipendenti che comunicano a distanza, attraverso i nostri mezzi”. - “E voi a chi appartenete?” - “Ad un quadro politico democratico, di centro sinistra. (il 17 ottobre la sededi nessuno TV è stata seggio elettorale dell’Unione). Noi siamo un movimento dal basso che non vuole potere, ma lancia sfide. I totalitaristi dell’informazione moriranno di entropia”..

I DATI - NessunoTv dà lavoro a 30 persone circa, che producono 6 ore di produzione giornaliere. La spina dorsale è fatta da 5 programmisti, sostenuti dai tecnici della UNITELEFILM di Luciano Vanni. Rafforzano il gruppo la DIGITALMAGICS di Milano che si presta a co-produrre format e l’indispensabile concessionaria di pubblicità, la LIVE EXSTENSION di Milano. - Si dice che “i pubblici sono creati dai format”.. - “I nostri uomini sanno forgiare format di qualità e, conseguentemente, pubblici mai esistiti prima: Paolo Mondani, autore di Reporter, Mario Adinolfi, giornalista politico dell’Area della Margherita, Aldo Torchiaro, Luca Sofri, il Direttore Claudio Caprara ecc. - “Pellegrini, ha un desiderio ragionevole? - "Vorrei intercettare Grillo”… - Scusi, lei è anche un bell’uomo e parla bene. Perché non si cimenta in video? - “In realtà avrei dovuto condurre su la7: Ma volevano che dicessi ciò che mi scrivevano. Non ho voluto farmi del male. Adesso ho la mia Tv e l’idea di un programma mi piace…”

IL CAFFE LETTERARIO In compagnia di Marco De Amicis, il gentilissimo capo ufficio stampa, ritorno sulla strada. Roma sperpera le sue storie. Ci sentiamo in una società in stato confusionale: solitudine, gerarchie, psicostimolanti, insecuritas, fortune ulcerose, globalizzazione, la Televisione.. Contro la fissione sociale, “NessunoTv”, per volontà di Bruno Pellegrini è diventata anche ‘luogo comune’. Adesso ha, nel suo ventre, un gigantesco caffé letterario di 1000 mq circa dove c’è sempre Qualcuno. Fate attenzione alla segnaletica: in fondo all’ Ostiense, bisogna azzeccare la coincidenza con i vecchi mercati generali di Roma. Lì siete al traguardo! Contro le turbolenze dell’anima, contro il fumo, contro le droghe legalizzate, contro gli alimenti intossicanti, ogni giorno dalle 9 fino alle 2 di notte, lì dentro si può imboccare un’altra corsia nelle autostrade della mente, in senso contrario alla direzione Noia. Niente carrelli di secondi, niente vagoni di primi piatti a bagno-maria, niente camerieri appiccicosi. Bicchieri vuoti, fame, sete sono vietati. il Caffè di Nessuno è un luogo politico agente, dove si confronteranno la destra e la sinistra. Non c’è aria di proibizionismo, né proibizioni, né censure. NessunoTV è la prima emittente al mondo che lavora in sintonia con il proprio pubblico, pubblicamente.




permalink | inviato da il 16/5/2006 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


sfoglia     aprile        giugno
 


Ultime cose
Il mio profilo



BlogTV
YouTube
Current.TV
MTV Flux
Google Video
Internet Archive
Free VideoBlog
Creative Commons
Yahoo Video
VloggerCon
RocketBoom
Adbusters
MyVideo (Germany)
Daily Motion
Blogosfere
FaceBook
IndyMedia
StupidVideos
GrindTV
JumpCut
BrightCove
Touchgraph
Uncut Video
VlogDir
Yahoo VB Group
SkypeCasts
Wat.Tv
ElHood
Participatory Culture Foundation
Eefoof
Criativity
Long Tail
FreeVideoCoding
Yahoo-Current
LiberoVideo
ArcoIrisTV
NGV - NewGlobalVision
MyTV
SoapBox
Revver
NowPublic
Bebo
DailyMotion
Wat.tv
Veoh
VideoEgg


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom